Benvenuto da Antonio Costantini

Specializzata in restauro d'arte dal 1980, la ditta Costantini Antonio srl, effettua restauro conservativo di superfici affrescate, dipinte, intonaci di pregio e pietra e marmo . La ditta di Treviso fornisce consulenza specialistica ai professionisti, effettuando studi di fattibilità preliminare al restauro per il recupero storico-artistico di materiali architettonici.

Costantini Antonio

Affreschi

Affreschi

Gli affreschi possono facilmente subire l’attacco di microorganismi come muffe o infiltrazioni d’acqua che se non fermate in tempo possono compromettere seriamente una parte del dipinto. La ditta Costantini Antonio srl è specializzata in restauro affreschi, a partire dalla pulitura, un’operazione fondamentale per poi eseguire tutte le altre fasi del restauro, di cui l’intervento per il colore è l’ultimo tra gli interventi da effettuare.

 

Nella gallery fotografica in fondo alla pagina sono visibili alcune immagini del restauro di affreschi di:

 

PALAZZO SANTO STEFANO, PADOVA

 

Qui si è effettuato il restauro degli affreschi e degli stucchi con interventi di pulitura, consolidamento e reintegrazione.

L'intervento di restauro è stato realizzato all'interno della Sala del Consiglio della Provincia di Padova. Nel grande salone campeggiano affreschi e dipinti del maestro Carlo Matscheg a diverso soggetto e stile realizzativo, accompagnati da stucchi, decori e finti marmi.

 

Nel riquadro centrale è raffigurata la cacciata di Pergamo, e negli ovali è rappresentato, in un ritratto del 1877, il pittore Giulio Carlini.

Le opere vertevano in condizioni di avanzato degrado a causa di umidità di risalita e infiltrazioni d’acqua. Il soffitto presentava i colori completamente degradati, a livello polverulento, sotto effetto della stagnazione del guano dei piccioni, che avevano libero accesso alla soffitta.

 

Il restauro conservativo ha visto il preconsolidamento del colore, e la pulitura dal nerofumo rilasciato dalle vecchie lampade a gas, attraverso impacchi e soluzioni realizzati con carta giapponese di diverso spessore. Un'operazione eseguita numerose volte per raggiungere i migliori risultati.

Attraverso le iniezioni di resine e fibre intrecciate si è provveduto al consolidamento del soffitto a sostegni, tavole, travetti e incannucciato. Si è provveduto poi all'integrazione degli acquerelli e alla ricostruzione degli stucchi danneggiati.

 

 

PALAZZO GIACOMELLI - SEDE UNINDUSTRIA, TREVISO

 

Intervento di restauro in corso del salone affrescato dal Dorigny risalente alla fine del seicento e delle due sale a stucchi.

 

Consolidamento della pellicola pittorica, riadesione dell’intonaco affrescato alle cantinelle ed alla travatura, pulitura chimica dallo spesso strato di nerofumo, rimozione parziale dei vecchi interventi di restauro con velature e reintegrazioni.

 

Accurata rimozione chimica delle spesse pellicole d’ossalati di calcio e solfati di Magnesio eptaidrato sulla superficie affrescata, mediante impacchi con polpa di carta e soluzione neutra modificata per zone, con interposta carta giapponese sulla pellicola pittorica. Rimozione dall’azzurro del cielo dello spesso strato di ridipintura, con gesso colla animale, colore e patinatura virata scura. Reintegrazione ad acquarello a rigatino delle lacune pittoriche, e leggera velatura sottotono delle superfici cromatiche delle lacune.

 

Pulitura e stuccatura con reintegrazione delle parti mancanti delle superfici con stucchi policromi finemente eseguiti delle due Sale.

Share by: